SERVIZI EDUCATIVI

SERVIZI DI APPOGGIO EDUCATIVO

E` un servizio ad attività individualizzata e di gruppo, si attua sul territorio ed rivolto a minori in difficoltà di inserimento sociale che necessitano di sostegno educativo. Ha lo scopo di ridurre i fattori di disagio e di rischio creando le condizioni per un miglioramento dei rapporti tra individuo ed ambiente, ponendo la famiglia e il minore al centro delle azioni.
L`educativa territoriale privilegia la collaborazione con le figure adulte di riferimento per il minore appartenenti al nucleo naturale o affidatario, la scuola, i laboratori formativi e i luoghi del tempo libero (associazioni sportive, culturali, ricreative), attraverso la presenza dell`educatore nei luoghi di vita dei fruitori del servizio, si attiva su richiesta del Servzio Sociale territoriale o in forma privata.

SERVIZI DI MEDIAZIONE FAMIGLIARE LUOGO NEUTRO

Il servizio si rivolge a famiglie e minori che necessitano di sostegno alla genitorialità e/o tutela. Promuove interventi a favore delle famiglie, per consentire maggiori consapevolezze sul piano educativo-genitoriale, attenzioni ai bisogni dei minori, sia nei confronti delle famiglie biologiche, che di famiglie affidatarie e adottive.
Effettua valutazioni genitoriali su richiesta delle autorità giudiziarie minorili o del servizio sociale territoriale.
Offre percorsi di mediazione familiare e consulenza psicologica e sociale atti a risolvere e ridurre momenti di conflittualità tra figure genitoriali in via di separazione o in condizioni di crisi di coppia o di difficoltà ad assumere ruoli genitoriali a tutela dei propri figli e dei minori.
Garantisce visite in luogo neutro attraverso la messa a disposizione di un’équipe multidisciplinare che in virtù di un mandato delle autorità giudiziarie minorili o su disposizione del Servizio Sociale territoriale , valuti necessaria tale misura di protezione ed osservazione della qualità di relazione tra adulti e minori, laddove si prevede l’applicazione di visite in regime di controllo, alla presenza di un educatore.

SERVIZIO DI PRE O POST SCUOLA

Attività rivolta agli alunni delle scuole d’infanzia e primarie statali può essere gestita dalle singole Istituzioni Scolastiche o dal Comune che individuano un Ente terzo a cui affidare il servizio e copre le fasce orarie dalle ore 7,30 alle ore 8,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30.

SERVIZI PER LA DISABILITÀ
ASSISTENZA ALL’AUTONOMIA E ALL’INTEGRAZIONE SCOLASTICA

La scommessa che La Dua Valadda ormai da tempo porta avanti è quella dell'integrazione, nella convinzione che la diversità, di qualunque natura essa sia, contenga elementi di arricchimento per coloro che con essa vengono a contatto.
La presenza di bambini con difficoltà di adattamento o con esigenze specifiche per motivi culturali, sociali o sanitari può portare nelle scuole a ripensamenti rispetto ai propri modelli di insegnamento e ad iniziative, che ideate per "i diversi", vanno poi a vantaggio di tutti.
Per cogliere e valorizzare le potenzialità contenute nelle diversità è fondamentale il lavoro comune delle istituzioni coinvolte nel processo educativo, dalla famiglia alla scuola e all'ente locale al fine di costruire progetti che rispondano alle esigenze di tutti, rispettando le caratteristiche di ciascuno ed è secondo questo spirito che noi intendiamo muoverci.

CENTRO DIURNO – CST

IL Centro Diurno CST è un servizio rivolto a persone disabili ultra quattordicenni. Favorisce il mantenimento, il potenziamento o l’acquisizione di abilità cognitive, espressive, sociali per permettere il massimo di autonomia possibile.

MEDIAZIONE INTERCULTURALE

Il servizio di mediazione interculturale svolge attività di negoziazione tra i cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti: nella rimozione di barriere culturali e linguistiche; nella promozione sul territorio della cultura di accoglienza e di integrazione socio-economica; nella conoscenza e nella pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia, in particolare nell’accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati.
Il mediatore interculturale collabora con organismi ed istituzioni, pubblici e privati, nel processo di adeguamento delle prestazioni offerte all’utenza immigrata ed opera in tutte le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse, al fine di dissipare i malintesi o i potenziali conflitti dovuti ad un diverso sistema di codici e valori culturali.
Preziosa risorsa per i processi d’integrazione, permette la creazione e la valorizzazione delle competenze degli immigrati, il Mediatore Interculturale favorisce il positivo inserimento degli immigrati nella società e mira alla realizzazione delle pari opportunità di accesso dei cittadini stranieri nei vari ambiti sociali.
E’ un agente di sviluppo impegnato a spingere in avanti la società odierna attraverso la costruzione di un rapporto di interazione tra i diversi attori.
E’ un facilitatore sociale con il compito di promuovere attività di integrazione, socializzazione e risocializzazione.

ACCOGLIENZA STRANIERI

L’accoglienza di profughi e richiedenti asilo ha l’obiettivo di favorire l’inserimento sociale e culturale nella nostra società, di persone che sono fuggite da situazioni di persecuzione, guerra, carestia o catastrofe naturale, accompagnandole in un percorso che le porti ad attivare le risorse necessarie per riacquisire gradualmente la padronanza completa della propria vita.
Ogni percorso di accoglienza si basa sulla partecipazione attiva del beneficiario e sulla sua collaborazione con gli operatori del progetto; è necessario infatti creare un rapporto di cooperazione e fiducia affinché siano interiorizzate e rispettate le regole individuate per la gestione dei centri di accoglienza e si venga a creare uno spirito di condivisione degli intenti al fine di pervenire all’obiettivo ultimo: la completa autonomia del beneficiario del progetto e il suo inserimento lavorativo, abitativo e sociale nel territorio di riferimento.

EDUCAZIONE ALIMENTARE

I progetti di educazione alimentare sono una importante parte del processo pedagogico ed educativo, al quale “La Dua Valadda” scs dedica una progettazione specifica in due ambiti: scuola e servizi educativi per favorire una azione integrata dell’offerta formativa nella costruzione di itinerari didattici multidisciplinari sull’alimentazione.
Il pasto in mensa è anche occasione di educazione al gusto, per abituare i giovani a nuove e diversificate esperienze gustative e superare la monotonia che talora caratterizza la loro alimentazione: essere educati ad apprezzare i nuovi sapori e a nutrirsi in modo salutare significa essere aperti ad ogni esperienza alimentare.

INTERNAZIONALIZZAZIONE E COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

La Dua Valadda mira a garantire il rispetto della dignità umana e assicurare la crescita di tutti i popoli.
Ha come obiettivo lo sviluppo di un’educazione inclusiva e paritaria per tutti; il pieno raggiungimento della parità di genere e dell’empowerment femminile; il sostegno all’innovazione; la promozione di modelli di consumo e di produzione sostenibili; la promozione di un uso sostenibile del cibo e di come viene coltivato; il contrasto alla povertà economica e sociale , la promozione di società eque.
Aree geografiche interessate: Mediterraneo – Medio Oriente e Centro Africa.